Il cervello riceve informazioni dal corpo sotto forma di segnali elettro-chimici che ci arrivano dagli organi di senso, dal sistema propriocettivo ma… stranamente sono in una notevole concentrazione nella pianta dei piedi.

Immaginate un fiume che dapprima è un rigagnolo e che all’incidere della stessa azione cresce fino a diventare un fiume in piena.
Ciò sta a significare che per allargare il letto di un fiume e crear cambiamenti permanenti e fisici dobbiamo ripetere la stessa azione un migliaia di volte, questo è ciò che accade al nostro cervello e alla memoria fisica.

Pin It on Pinterest